Cos'è il CRAM

Il CRAM (Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo) è un organismo consultivo che riunisce i componenti eletti dalle Associazioni, Federazioni e Confederazioni degli abruzzesi nel mondo. L'Osservatorio per l'emigrazione è un organismo che riunisce i rappresentanti delle Associazioni a carattere nazionale che abbiano una sede permanente nella Regione e che operano in Italia e all’estero a favore degli emigrati e delle loro famiglie, rappresentanti di enti, sindacati e istituzioni che a diverso titolo si occupano di emigrazione. I componenti del CRAM e dell'Osservatorio partecipano alle sedute a titolo gratuito, per i rappresentanti CRAM è previsto il rimborso delle spese di viaggio affrontate per partecipare alla riunione annuale dell'organismo. La Regione Abruzzo riconosce e sostiene le funzioni sociali, culturali ed assistenziali svolte dalle Associazioni, Federazioni e Confederazioni che operano all’estero ed in Italia fuori Regione con proprie Sedi e Strutture a qualsiasi titolo disponibili e con carattere di continuità a favore degli emigrati e delle loro famiglie e mantiene presso l’Ufficio Emigrazione della Giunta regionale l’Albo delle Associazioni degli emigrati e delle rispettive Federazioni e Confederazioni al quale sono iscritte nella sezione prima le Associazioni all'estero con propria sede in favore degli Emigrati abruzzesi e delle loro famiglie e nella sezione seconda le associazioni che operano con gli stessi scopi in Italia fuori Regione. Le associazioni iscritte al suddetto albo svolgono attività a vantaggio della collettività abruzzese stabilita nel Paese estero o Regione italiana, non perseguono scopi di lucro e propaganda partitica e devono essere costituite e gestite secondo criteri democratici.

Il Consiglio regionale degli Abruzzesi nel mondo si riunisce in genere una volta l’anno; è composto da 36 membri individuati tra rappresentanti delle Associazioni Abruzzesi all’estero, un rappresentante delle associazioni italiane fuori regione, un rappresentante dell'Osservatorio per l'Emigrazione e, rappresentanti del Consiglio Regionale e un rappresentante della Giunta Regionale che ne è il presidente.

Il CRAM formula proposte per il sostegno agli emigrati abruzzesi all’estero o per facilitarne il rientro i patria, studia il fenomeno migratorio e fornisce notizie e propone iniziative per informare le collettività abruzzesi all’estero sui problemi e sugli aspetti della vita regionale, promovendo opportuni collegamenti con il Ministero degli Affari Esteri, nonché con gli uffici, le organizzazioni e gli enti operanti nel settore; concorre alla diffusione, attraverso i veicoli di comunicazione, di notizie sulla vita, sull’attività e sulla legislazione regionale ai corregionali emigrati all’estero. Il CRAM inoltre propone attività promozionali all’estero in collaborazione con le Associazioni di emigrati e si pronuncia sull’aggiornamento dell’Albo regionale delle Associazioni e delle Federazioni di emigrati abruzzesi all’estero. Propone infine interventi di carattere culturale, formativo, economico ed assistenziale in favore degli emigrati e delle loro famiglie, con particolare riferimento all’utilizzo di risorse comunitarie.

 

Normativa

 

LEGGE 6 NOVEMBRE 1989, N. 368, “Istituzione del Consiglio generale degli italiani all'estero”.

 

 

LEGGE 18 GIUGNO 1998, N. 198

 

 

LEGGE REGIONALE 13 DICEMBRE 2004, N. 47

 

 

LEGGE REGIONALE 10 AGOSTO 2012, N. 43