• LA NUOVA EMIGRAZIONE IN UNA CLIP - PARTECIPA AL CONTEST DEL CRAM
  • PIAZZABRUZZO.IT, UNA PIATTAFORMA DI OPPORTUNITÀ PER GLI ABRUZZESI

Di Matteo saluta le associazioni abruzzesi: manteniamo vivo il legame e non disperdiamo i risultati

Affetto, passione ed impegno sono le parole al centro della lettera di saluto inviata alle associazioni abruzzesi nel mondo da Donato Di Matteo, ex assessore all'Emigrazione della Regione Abruzzo e ex Presidente del CRAM.

Con gli avvicendamenti politici dell'ultimo periodo, Di Matteo infatti lascia la carica che lo ha visto essere punto di riferimento degli abruzzesi nel mondo: il dispiacere nelle sue parole è forte, ma la consapevolezza e l'orgoglio del lavoro portato avanti finora con i corregionali all'estero rendono chiaro il valore del percorso compiuto, che dovrà essere portato avanti con rinnovato impegno da chi proseguirà il suo lavoro e che sempre troverà in lui un solido sostegno.

 

Sotto il testo integrale della lettera di Donato Di Matteo.

 

Alle Associazioni degli Abruzzesi nel Mondo

 

 

Carissimi amici,

 

dopo le dimissioni da assessore regionale all’Emigrazione, presentate nei mesi scorsi al Presidente della Giunta Regionale per divergenze programmatiche sono stato costretto, con molto rammarico e come da regolamento, a rinunciare anche alla carica di Presidente del Cram. Una rinuncia che mi è costata molto in termini affettivi per il grande attaccamento che da sempre ho per voi, per la passione che ho impiegato in questi anni e per il lavoro iniziato, non solo con l’attuale governo regionale, ma già dal 2005 con il mio precedente percorso in Giunta.

In questi quattro anni abbiamo ricostruito e consolidato i legami con le Associazioni degli Abruzzesi nel Mondo, abbiamo valorizzato i giovani all’interno di esse, istituendo dei congressi mondiali per far conoscere e tramandare le tradizioni della nostra amata regione agli abruzzesi di terza e quarta generazione.

Per i giovani e per tutti i componenti delle associazioni abbiamo costruito nuovi progetti e format telematici come Piazza Abruzzo, un portale web di opportunità per chi vuole andare all’estero e per gli abruzzesi nel mondo che vogliono restare in contatto con la loro terra d’origine. Un contenitore virtuale sul quale gli operatori culturali ed economici possono promuovere la fruibilità del territorio abruzzese, sviluppare e diffondere il proprio appeal e fornire consigli utili a tutti i corregionali intenzionati a sperimentare esperienze all’estero.

Negli ultimi quattro anni inoltre abbiamo favorito la nascita e la crescita di nuove associazioni in diverse località fino ai Paesi del Medio Oriente.

Un argomento molto importante del nostro programma è stato il sostegno agli abruzzesi in Venezuela, una questione preoccupante che ci ha allarmato moltissimo. Per questo abbiamo realizzato un canale di scambio continuo con i nostri corregionali, attraverso “Sos Cram”, un indirizzo mail sul quale hanno inviato molte richieste di aiuto. Con l’aiuto di organizzazioni locali, mossi da una grande spinta solidaristica, abbiamo spedito farmaci salvavita agli abruzzesi in difficoltà per la grave emergenza umanitaria che stanno vivendo.

Sono certo di aver avviato progetti che non si vedevano da anni e con un budget risicato nonostante le mie grandi battaglie per ottenere più fondi da dedicare al Cram. Ho portato avanti iniziative con le università abruzzesi per creare nuove possibilità lavorative ai nostri studenti per l’insegnamento in Germania e per realizzare l’anagrafe dei nostri emigranti. Quest’ultimo è stato un obiettivo che ho cercato di avviare già nel mio precedente impegno da assessore regionale. Inoltre mi sono dedicato al progetto “Cervelli di ritorno” per evitare che i nostri giovani continuino  ad emigrare in cerca di un futuro lavorativo migliore.

Tanto e tanto altro ancora avremmo potuto realizzare insieme, ma continuerò a seguirvi e a occuparmi di voi, amici cari, da semplice consigliere regionale, con la speranza che chi proseguirà il mio lavoro lo faccia con lo stesso impegno e la stessa passione. Vi abbraccio forte.

Con profondo affetto, 

Donato Di Matteo

Abruzzo Stars & Stripes: è uscito il libro che racconta gli abruzzesi negli USA  

 

Narra il rapporto tra l'Abruzzo e gli Stati Uniti ed è stato pubblicato in Italia:  è il libro “Abruzzo Stars & Stripes. Le radici abruzzesi negli Stati Uniti. Vol. 1". Frutto del sapiente lavoro di tre autori, esperti di emigrazione abruzzese nel mondo, Generoso D'Agnese, Dom Serafini e Geremia Mancini, il volume raccoglie le vicende degli abruzzesi che in qualche modo hanno lasciato tracce nella storia degli Stati Uniti D’America.

Leggi tutto

A BOLZANO, CONFERENZA SUL MASTINO ABRUZZESE

 

Orgoglio d’Abruzzo, riconosciuto dalla Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale in data 04.02.2017) come patrimonio culturale e zootecnico della Regione e protetto dalla Legge Regionale n° 65/3 del 28.06.2016, il Mastino Abruzzese è un esemplare canino che ha da sempre un’importanza fondamentale per la popolazione abruzzese.

Leggi tutto

MAR DEL PLATA: AL VIA L’ASSEMBLEA DELLA FEDAMO  

 

Inizierà domani, sabato 17 marzo 2018, e proseguirà anche il giorno successivo, domenica 18 marzo, l’Assemblea della FEDAMO (Federazione delle istituzioni abruzzesi in Argentina) che riunirà nella città di Mar del Plata tutte le Associazioni Abruzzesi dell’Argentina.

La due giorni sarà occasione di confronto tra gli abruzzesi-argentini, una delle più consistenti e organizzate comunità di corregionali all’estero.

Leggi tutto

Nasce “I love Abruzzo”, il gioiello del maestro orafo Montaldi dedicato ai simboli della regione verde d’Europa  

 

C’è uno scrigno verde nel cuore dell’Italia, stretto tra le alte montagne e l’azzurro mare. E’ l’Abruzzo, una terra ricca di storia, passione, leggende e luoghi incantanti. I suoi figli, ovunque si trovino, amano incondizionatamente questa regione che continua a produrre arte, cultura e vita. Per questo il maestro orafo, Giuliano Montaldi, ha voluto creare qualcosa di unico che parlasse dell’Abruzzo. Grazie alla sua creatività e alla sua costante ricerca è nato “I love Abruzzo” il gioiello che parla di questa terra. Una serie di ciondoli, da legare a un bracciale o a una collana, ma anche a degli orecchini o a dei porta-chiave, che raccontano quel luogo speciale che ogni abruzzese ha dentro il suo cuore.

 Un puzzle di emozioni che permetterà a chiunque di poter tenere vicino quel simbolo che gli ricorda le sue origini, le sue passioni, la sua vita. I love Abruzzo è frutto di uno studio attento e particolareggiato sui materiali. Il punto di forza di Giuliano Montaldi, che ha aperto il suo laboratorio ad Avezzano ben 34 anni fa dopo aver lavorato nella bottega orafa del maestro Riccardo D’Innocenzo, è rappresentato proprio da una produzione di oggetti della tradizione orafa abruzzese, che fa rivivere attraverso le sue creazioni. Con “I love Abruzzo” ogni ciondolo ha portato Montaldi a unire la preziosità del simbolo con la semplicità dei materiali. Per questo è stato valorizzato ogni particolare dei pendenti – prima realizzati su cera e poi fusi, rifiniti e montati – e scelto l’argento brunito per dargli quell’aspetto vintage che ricorda molto i ciondoli che le nonne regalavano alle nipoti nelle grandi occasioni.

I nove ciondoli, ai quali se ne aggiungeranno altri via via, sono simbolicamente legati a una tradizione tanto antica quanto moderna e richiamano immediatamente le caratteristiche di un’identità culturale capace di relazionare interfacciandosi con il “resto del mondo” dove chiunque si riconoscerà per la propria essenza espressiva traducendosi in messaggio universale. C’è il ciondolo ispirato alla natura, quello dedicato alla storia, e poi ancora quello che ricorda l’impegno e quello ispirato al mare. “Il bracciale I love Abruzzo è un’importante testimonianza della cultura e dell’artigianalità regionale”, ha spiegato Lucia Arbace, direttore del polo museale dell’Abruzzo, che si è soffermata a evidenziare come questo gioiello, grazie a simboli importanti che il maestro Montaldi ha voluto inserire, permette ai giovani di avvicinarsi alla storia e alla cultura dell’Abruzzo.

Per avere maggiori informazioni sul gioiello “I love Abruzzo” o per acquistarlo è possibile:

- consultare il sito www.iloveabruzzo.eu

- seguire la pagina Facebook I love Abruzzo – il gioiello

- oppure visitare la bottega orafa del maestro Montaldi in via Corradini 98 ad Avezzano.

DA EMIGRATO AD INGEGNERE: LA STORIA DI RISCATTO DI ALBERTO ALBERICI

È abruzzese, classe 1939, sposato con tre figlie, ingegnere meccanico, industriale di successo e appassionato della natia Popoli: oggi vi raccontiamo la storia di Alberto Alberci, uno dei tanti corregionali emigrato in Argentina nell’immediato dopoguerra.

Secondo dei tre figli di Antonio Alberici e Bonita Pettinella, i suoi primi nove anni trascorsi nella cittadina pescarese sono rimasti profondamente impressi nella sua memoria perché, nonostante la guerra, furono gli anni della fanciullezza, delle scoperte della vita, degli aromi e dei sapori, gli anni delle prime avventure, delle birichinate con gli amici, l’inizio della scuola, fino a quando i genitori decisero di emigrare nella lontana terra dell’America del Sud.

Leggi tutto

COMUNE DI GIULIANOVA: PUBBLICATO BANDO 2018 PER ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA APERTO ANCHE AI LAVORATORI EMIGRATI ALL’ESTERO E AI RESIDENTI NELL’AREA EUROPEA ED EXTRA EUROPEA

Pubblicato il bando di concorso per l’assegnazione (in locazione semplice) di alloggi di edilizia residenziale pubblica per l’anno 2018 disponibili nel comune di Giulianova (Teramo).

Possono partecipare al bando sia i nuovi aspiranti che i concorrenti iscritti nelle precedenti graduatorie definitive, ancora in attesa di assegnazione, oppure già assegnatari che, avendo interesse a far valere condizioni più favorevoli, saranno tenuti a ripresentare domanda al fine di essere inseriti nella nuova graduatoria.

Per i cittadini residenti anagraficamente nel comune di Giulianova il termine per la presentazione delle domande è il 4 giugno 2018.  

Per i lavoratori emigrati all’estero e residenti nell’area europea c’è una proroga di 60 giorni, quindi, il termine è il 3 agosto 2018.

Per i lavoratori emigrati all’estero residenti nei paesi extra europei il predetto termine è prorogato di 90 giorni quindi la scadenza per l’invio dei moduli è al 2 settembre 2018.

Il modulo può essere ritirato nell’ufficio Politica della casa sito in via Bindi n.4 ed è disponibile sul sito del Comune di Giulianova, www.comune.giulianova.te.it, dove è possibile anche visionare e scaricare il bando e reperire tutte le informazioni relative alle modalità di presentazione delle domande.

Abruzzo in Oriente: dopo Dubai, Associazioni a Shanghai e Tokyo

La famiglia delle associazioni abruzzesi nel mondo cresce sempre di più e allarga la sua influenza in Asia. Dopo la nascita dell’associazione “Abruzzesi negli Emirati Arabi e nei Paesi del Golfo” che lo scorso 20 gennaio si è costituita mettendo insieme gli abruzzesi dell’Arabia Saudita, del Qatar, del Kuwait, del Bahrein e dell’Oman, il CRAM si appresta a concludere anche le trattative per la costituzione di nuove associazioni a Shanghai, Sapporo e Tokyo.

Leggi tutto

DUBAI: È NATA L’ASSOCIAZIONE DEGLI ABRUZZESI NEGLI EMIRATI ARABI UNITI E NEI PAESI DEL GOLFO.

 

Si è costituita a Dubai l’Associazione Abruzzesi negli Emirati Arabi Uniti e nei Paesi del Golfo.

Prima associazione abruzzese asiatica, la nuova realtà è il frutto di un percorso costruito con il sostegno della Regione Abruzzo: è grazie ai contatti, alle relazioni ed agli incontri promossi tra i promotori dell’associazione e il CRAM – Consiglio Regionale Abruzzesi nel Mondo infatti, che si è deciso di aprire anche in quest’area una sezione dell’Associazione degli Abruzzesi nel Mondo che riunisce gli abruzzesi dell’Arabia Saudita, del Qatar, del Kuwait, del Bahrein e dell’Oman.

Leggi tutto

© CRAM Abruzzo - Giunta Regionale - Ufficio Sport ed Emigrazione
Via Passolanciano, 75 - 65124 PESCARA (PE) - Tel. +39 0857672567 - Fax: +39 08542900227