Grande festa per i 45 anni dell'Associazione Colledimezzese in Svizzera e la presentazione del vino "Lu ColVè"

Lo scorso 4 maggio 2024 si è tenuta a Vevey, in Svizzera, una meravigliosa festa, che ha visto coinvolti due comuni, uno abruzzese e l'altro svizzero: Colledimezzo e Vevey.
Un evento partecipatissimo per il festeggiamento dei 45 anni dell’ “Associazione Colledimezzese in Svizzera” e per la presentazione del vino italo-svizzero “Lu ColVè”, un blend di Montepulciano d’Abruzzo, dell’azienda agricola abruzzese Tommaso Masciantonio-Trappèto di Caprafico, e di Gamaret-Les Vignes de Vevey, un vino coltivato nel territorio di Vevey. Un’iniziativa resa possibile anche grazie ai contributi CRAM.
Grandissimo è stato il riscontro da parte di entrambe le comunità, che hanno così rinnovato un patto di amicizia solido e che ha origini nella prima metà del ‘900, con le prime emigrazione di colledimezzesi proprio verso Vevey.
L’Istituto alberghiero di Villa Santa Maria (Ch) ha preparato per l’occasione un Menù Abruzzese d’eccellenza! Per i ragazzi dell’Istituto è stata un’esperienza culturale, di studio, professionale ed umana molto significativa.
Tutti gli invitati sono stati accolti da Francesco Carrea, Presidente dell’Associazione Colledimezzese in Svizzera, Vincent Imhof, consigliere municipale del Comune di Vevey, Alessandro Corrado e Angelo De Lucci, rispettivamente Presidente e Vice-Presidente della FEAS Federazione Emigrati Abruzzesi in Svizzera. Presenti anche Christian Simonetti, Sindaco di Colledimezzo, e Claudio Micheloni, ex Senatore della repubblica italiana.
Ha presenziato all’evento anche il Com.it.es di Losanna, nelle figure del Presidente, Michele Scala, e della Vice-Presidente, Laura Ferrara.
La comunità di Colledimezzo era rappresentata, inoltre, dalla Presidente della Pro Loco, Federica Fortunato, e dalla Direttrice del Giornale TNZ, Giovanna Di Lello.
Tra i partecipanti, Morena La Barba, regista e sociologa dell’Università di Ginevra, che da anni segue con passione il rapporto tra le due comunità, realizzando il video-documentario “Colledimezzo, paese senza confini” già presentato nell’estate 2023 a Colledimezzo in occasione dei festeggiamenti per la 2° Giornata dell’Amicizia Colledimezzo-Vevey.
Per il progetto vinicolo erano presenti anche Christophe Landry, Enologo delle Vignes di Vevey, e Sophie Raymond, Responsabile del Ufficio dell’economia di Vevey.
Il 4 maggio ha preso il via, sempre nell’ambito dei festeggiamenti per i 45 anni dell’Associazione Colledimezzese, anche la mostra fotografica "Ils voulaient des bras et ils eurent des hommes” di Mario D’Ippolito, nato a Colledimezzo e cresciuto a Vevey. Una mostra che ritrae “les hommes” degli Ateliers de Constructions Mécaniques de Vevey (ACMV), dove tra la fine degli anni ‘50 e gli anni ‘60 del Novecento, trovarono lavoro numerosi immigrati provenienti da Colledimezzo, impiegati nella produzione di turbine idroelettriche, vagoni ferroviari e strutture metalliche, che chiuse poi i battenti nel 1992. La mostra rimarrà visibile a Vevey fino al 29 di settembre 2024.

Facciamo i nostri migliori auguri all’Associazione Colledimezzese per questi 45 anni di attività e alle due comunità affinché, dallo scambio e da un’amicizia così profondamente sentita, continuino a nascere nuovi progetti e nuova vitalità!

Tanti auguri ed un brindisi di...Lu ColVè! 🍷

📷 Si ringrazia il Presidente dell'Associazione Colledimezzese in Svizzera, Francesco Carrea, per le foto.

Il Giro d'Italia 2024 con il ricordo di grandi campioni di origini abruzzesi del passato

A distanza di pochi giorni, due tappe del Giro d’Italia 2024 in Abruzzo ricordano tre grandi campioni del passato.
È partita infatti domenica 12 maggio, da Avezzano, la tappa n. 9, tornando così nella città del campione del ciclismo Vito Taccone, il “Camoscio d’Abruzzo”.
Mentre mercoledì 15 maggio sarà il momento di ricordare il campione mondiale del pugilato, Rocky Marciano, in una tappa che passerà prima da San Bartolomeo in Galdo, in provincia di Benevento, località natale della mamma del pugile, Pasqualina Picciuto, per poi raggiungere Francavilla al Mare, a 10 km da Ripa Teatina, luogo di origine del papà di Rocky, Pierino (Quirino) Marchegiano.
La tappa n.11 toccherà anche Fossacesia Marina, percorrendo così i luoghi di un altro importante campione del ciclismo, Alessandro Fantini, vincitore negli anni ‘50 di numerose tappe del Giro d’Italia e del Tour de France, ed originario proprio di Fossacesia.

L'Abruzzo negli scatti della fotografa tedesca Lotz-Bauer, in mostra a Roma ancora fino a domenica 5 maggio

E’ ancora possibile visitare, domani 4 e dopodomani 5 maggio, al Museo di Roma in Trastevere, la mostra dedicata agli scatti della fotografa tedesca Hilde Lotz-Bauer, che nel decennio 1934-1943, durante il suo primo soggiorno in Italia, “muovendosi tra la gente con la sua piccola Leica portatile”, catturò scene di vita quotidiana nelle città e nelle aree rurali più isolate del nostro paese e della nostra regione.
Quasi senza farsi notare, Hilde fu in grado di cogliere ed immortalare tutta l’umanità incontrata durante i suoi viaggi.
Ed è così che scattò foto non solo a Frattura Vecchia, Sulmona e L'Aquila, ma anche a Scanno, ritraendo le donne scannesi con i loro abiti tradizionali, intente nelle loro attività abituali.
Di grande interesse è anche il video-racconto sulle sue impressioni ed appunti di viaggio. 📷📖
In occasione del Finissage della mostra di domenica 5 maggio 2024, la visita sarà allietata, dalle ore 15.30 alle 16.30, da alcuni intervalli musicali della compositrice Zhanna Stankovych.
Un’opportunità per guardare al nostro passato, alle nostre origini e tradizioni più autentiche, attraverso lo sguardo e l’interesse di Hilde Lotz-Bauer.


“Molto del lavoro artistico della Lotz-Bauer ad oggi conosciuto è fortemente incentrato sulle occasioni quotidiane e festive, soprattutto in Abruzzo. Le donne ritratte nella serie su Scanno, immortalate nei loro costumi realizzati a mano, appaiono come opere d'arte viventi. Hilde curava con attenzione la composizione estetica e i dettagli trasformando i reportage in un'opera artistica unica, ricca di spunti personali e documentaristica anche a livello critico e sociale.” (dal comunicato stampa del Museo di Roma in Trastevere)

Informazioni sulla Mostra

 

Settimana Abruzzese a Mar del Plata: la celebrazione della cultura e le tradizioni italiane in Argentina, stringendo patti di gemellaggio, collaborazione e amicizia con Tornareccio e l'Abruzzo!

La Settimana Abruzzese a Mar del Plata, che si è svolta dal 4 al 9 aprile 2024, è stata un'esperienza straordinaria che ha celebrato la cultura, le tradizioni e il patrimonio della regione Abruzzo in Argentina.

Organizzato dal Centro Abruzzese Marplatense, in collaborazione con il Comune di Tornareccio e di Mar del Plata, finanziato dal Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo (CRAM), l'evento ha coinvolto numerose personalità, autorità locali e la comunità abruzzese di Mar del Plata, creando un ponte culturale e sociale tra le due città.

La Settimana Abruzzese è iniziata con l'arrivo a Mar del Plata di una delegazione proveniente dal Comuna di Tornareccio, composta da 13 persone, tra cui il Sindaco Nicola Iannone, il vicesindaco Italo D'Ippolito e produttori di miele del territorio.

Uno degli obiettivi principali della Settimana Abruzzese è stata la firma dell'accordo ufficiale di gemellaggio tra il comune di Tornareccio, nella provincia di Chieti, e quello di General Pueyrredón, sede della città marittima, presieduta dai Sindaci Guillermo Montenegro e Nicola Iannone.  L'accordo mira a promuovere la cooperazione culturale e turistica tra le due città, creando opportunità di scambio di prodotti, tecnologie ed esperienze. Tra i partecipanti all'evento vi erano il Coordinatore per il Turismo delle Radici Regione Abruzzo per il progetto del MAECI, Maximiliano Manzo, la Presidente del Centro Abruzzese Marplatense, Norma Fighetti, la Consigliera comunale di Mar del Plata Florencia Ranellucci, Marcelo Carrara, una personalità rinomata nella collettività italiana di Mar del Plata e Carina Caporale, membro della Federazione Abruzzese dell'Argentina, Fedamo.


Il patrocinio del Consolato d'Italia a Mar del Plata ha contribuito al successo dell'evento culturale presso il Teatro Vorterix, con il Console Santo Purello, che ha presentato il progetto Turismo delle Radici, promosso dal Ministero degli Esteri Italiano, e il sito web Italea.

Durante l'evento, è stato anche presentato lo spettacolo musicale "El Vestido de Dora" di Maxi Manzo, vincitore del Premio Flaiano 2022. Lo spettacolo, nato durante la pandemia con il sostegno finanziario del Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo, ha combinato musica, danza e proiezioni artistiche, unendo le tradizioni e i ritmi tipici dell'America Latina a quelli del centro-sud Italia. Presenti anche il Presidente del Comites Mar del Plata, Alberto Becchi, il Presidente di Feditalia, Carlos Malacalza, il vicepresidente di Fedamo Roberto Berardi, con la conduzione della prof.ssa Marite Perrella e Claudio Rodriguez.

La Settimana Abruzzese ha offerto un ricco programma di attività, tra cui incontri e workshop sull'apicoltura presso l'Università Nazionale di Mar del Plata, che hanno coinvolto produttori di miele di Tornareccio e di Mar del Plata, favorendo lo scambio di esperienze e buone pratiche nel settore.

Un momento particolarmente sentito della Settimana Abruzzese è stata la cerimonia di inaugurazione dell'Espacio Abruzzo presso la sede del Centro Abruzzese Marplatense, dove è stato piantato un albero, frutto di un nocciolo portato da Tornareccio dalla Signora Dora Mancini nell'anno 1996, in memoria degli emigrati abruzzesi che hanno contribuito alla crescita e allo sviluppo di Mar del Plata.

La Settimana Abruzzese ha visto anche l'intitolazione all'"Abruzzo" di un'aula presso la Scuola Italiana di Mar del Plata "Leonardo Da Vinci". L'evento è avvenuto alla presenza di diverse autorità locali e della delegazione di Tornareccio, che è stata accolta con l'esecuzione dell'inno della comunità abruzzese all'estero, la "Reginella Campagnola", interpretata dai bambini della scuola. 

In conclusione, la Settimana Abruzzese a Mar del Plata è stata un'esperienza unica che ha promosso la cultura, le tradizioni e la cooperazione tra le comunità di Mar del Plata e Tornareccio. Ha rappresentato un importante passo avanti nella creazione di legami più stretti tra Italia e Argentina, creando nuove opportunità di scambio e collaborazione tra le due nazioni. La Settimana Abruzzese si è svolta nell'ambito dell'Anno delle Radici Italiane nel mondo, promosso dallo Stato italiano.

Lo scrittore italo-argentino Mempo Giardinelli a Ripa Teatina il 14 maggio 2024

📌Appuntamento per martedì 14 maggio, a Ripa Teatina, con lo scrittore italo-argentino Mempo Giardinelli, uno degli autori più importanti del panorama letterario dell'America del Sud.
Mempo Giardinelli discende da una famiglia abruzzese che emigrò da Filetto (Ch) alla fine dell'Ottocento.

🌍Un'iniziativa inserita nel quadro delle attività legate al progetto Turismo delle Radici, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Presentazione del libro “Racconti nella Memoria degli Immigrati Abruzzesi” alla 48° Fiera Internazionale del Libro di Buenos Aires

Si parlerà anche oggi, 6 maggio 2024, di emigrazione abruzzese, con la presentazione ed il firma-copie del libro di Maria D'Alessandro, “Racconti nella Memoria degli Immigrati Abruzzesi”…questa volta a Buenos Aires!
L’appuntamento è previsto per le ore 16, alla 48° Fiera Internazionale del Libro di Buenos Aires, presso lo stand della casa editrice Editorial Dunkel (Padiglione Verde - Stand 1123).

Una mostra dedicata alla città di Penne è ospitata dal 2 al 9 maggio 2024 presso la sede di Bruxelles della Regione Abruzzo!

E' tutto pronto per la mostra dedicata all'arte, alla cultura, alla storia e ai paesaggi della città di Penne, che prende il via oggi alle ore 17:30 presso la sede della Regione Abruzzo a Bruxelles.
L'evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Penne, sarà visitabile fino al 9 maggio con i seguenti orari:
 
- venerdì 3 maggio: ore 9-14
- da lunedì 6 maggio a giovedì 9 maggio: ore 9-14 / ore 15-17:45
 
Un’occasione speciale per tutti gli abruzzesi emigrati in Belgio e per quanti vogliano approfondire la conoscenza di uno dei borghi più belli del nostro Abruzzo! ❤️
 
Sede: Avenue de Louise 210 – 1050 Brussels

L'Associazione "A.P.S. Festival Rocky Marciano E.T.S” presenta al pubblico la sua attività legata ai pugili Rocky Marciano e Rocky Mattioli

L’Associazione "A.P.S. Festival Rocky Marciano E.T.S” mette in comune la passione per i due campioni dello sport, Rocky Marciano e Rocky Mattioli, entrambi con origini di Ripa Teatina, e divenuti famosi in tutto il mondo.
L’Associazione si presenta a tutti il prossimo 14 aprile, alle ore 18, presso la Sala Polivalente del Comune di Ripa Teatina. Un’occasione in cui verrà ripercorsa la storia dell’Associazione, i suoi obiettivi futuri, e si parlerà dei due grandi campioni del pugilato, orgoglio sportivo per tutti gli abruzzesi. 🥊❤

Les racines des Abruzzes, un'iniziativa in sinergia tra Belgio e Abruzzo

“Les Racines des Abruzzes” nasce dalla sinergia tra chi è partito e chi resta, dove i primi desiderano tornare a visitare i luoghi delle origini ed i secondi sono pronti ad accoglierli.
Sono coinvolti in questa iniziativa, che guarda al Turismo delle Radici, l’associazione culturale Abrussels, iscritta al CRAM, presieduta da Claudio Vernarelli e composta da alcuni abruzzesi residenti in Belgio; il tour operator marsicano Appennini for all, impegnato da anni nella promozione del turismo accessibile sulle montagne d’Abruzzo; l’agenzia di viaggi di incoming aquilana WelcomeAq e due operatori turistici della Valle del Tirino, l’agricampeggio Tenuta Il Guerriero e Calipso Capodacqua, che realizza tour esperienziali in barca elettrica a visione subacquea sul lago di Capodacqua.
L’iniziativa desidera far conoscere l’Abruzzo come destinazione turistica in cui vivere esperienze immersive e coinvolgenti, attraverso le quali rafforzare il legame con i luoghi, le tradizioni e la cultura delle proprie origini.

Presentazione del libro del Prof.Franco Ricci “Preston Street – Corso Italia. Una storia informale degli italiani ad Ottawa”: oggi 4 maggio a Pretoro

Questo primo fine settimana di maggio, all’insegna dei festeggiamenti patronali che Pretoro dedica a San Domenico Abate, si arricchisce di un momento culturale dedicato al tema dell’emigrazione degli italiani e degli abruzzesi ad Ottawa.

Si terrà infatti oggi 4 maggio, alle ore 17, presso il Museo dell’Arte “Nicola d’Innocenzo”, la presentazione del libro del Prof. Franco Ricci “Preston Street – Corso Italia. Una storia informale degli italiani ad Ottawa”.

Tra le personalità presenti, interverrà anche il giornalista e scrittore Goffredo Palmerini, che in un suo scritto ha ricordato come il Prof. Franco Ricci, docente dell’Università di Ottawa, fosse “un innamorato della terra dei padri che faceva innamorare dell’Abruzzo anche i suoi studenti” e “un italiano orgoglioso delle proprie origini, un abruzzese appassionato al culto delle proprie radici, un testimone operoso del valore della lingua italiana e del patrimonio incomparabile d’arte, storia e cultura che l’Italia può vantare.”

Ricordiamo inoltre l’interessante ed importante progetto "La valigia di cartone. Destinazione Ottawa", che coinvolge il Comune di Pretoro, con lo scopo di tracciare e rintracciare ricordi e documenti dell’esodo migratorio verso il Canada, in uno scambio continuo con le comunità abruzzesi stabilitesi oltreoceano.

L’Abruzzo festeggia i 100 anni dalla nascita di Henry Mancini!

L’Abruzzo festeggia i 100 anni dalla nascita di Henry Mancini, avvenuta il 16 aprile 1924 in America, da mamma Anna, molisana, e papà Quinto abruzzese, originario di Scanno. Al grande compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore, vincitore di ben 4 Oscar ed autore di musiche note al mondo intero, come la “Pantera Rosa”, “Colazione da Tiffany” e “Moon River”, sono dedicati tre imperdibili concerti.

Il 18 aprile a L’Aquila, dopo aver fatto tappa a Scanno, saranno presenti anche i figli di Henry, Monica, Felice e Chris, che arriveranno direttamente da Los Angeles per partecipare all’evento “Henry Mancini, un abruzzese ad Hollywood” al Conservatorio Alfredo Casella.

Lo spettacolo, che vede la partecipazione del Jazz Trio con Luca Pirozzi al basso elettrico, Roberto Gatto alla batteria, Paolo Di Sabatino al pianoforte e diretto  dal Maestro Gabriele, si sposterà poi all’Auditorium Sirena di Francavilla al Mare il 19 aprile ed infine sarà la volta di Teramo, sabato 20 aprile, presso l’Aula Magna dell’Università di Teramo.

Dettagli e contatti nelle locandine.

Presentazione della Terza Edizione del “Festival Culturale dei Borghi Rurali della Laga”: il 13 aprile 2024 a Teramo

Il “Festival Culturale dei Borghi Rurali della Laga”, giunto alla sua terza edizione è un viaggio itinerante promosso da 18 Comuni collocati in ben quattro regioni confinanti tra loro: Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. 

La presentazione dell’evento avverrà in tre diverse occasioni e luoghi, a cominciare dall’Abruzzo, per poi spostarsi nelle Marche ed infine nel Lazio.

La prima giornata di presentazione di questa meravigliosa kermesse di connessione tra le realtà interne e montane si avrà a Teramo sabato 13 aprile, a partire dalle ore 10, presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, in Via Francesco Savini n.50.

Un Festival che durerà da aprile a dicembre, grazie all'impegno di moltissimi appassionati volontari, e che toccherà ben 66 borghi rurali, i luoghi di chi ha fatto della “restanza” l’obiettivo della propria vita. Ma un evento dedicato anche alla “ritornanza” e a quanti, seppur lontani, mantengono ancora vivo e forte il legame con i territori di partenza e di appartenenza.

Saranno disponibili delle dirette-evento, con interviste e contributi sul sito web http://www.borghiesentieridellalaga.org

© CRAM Abruzzo - Giunta Regionale - DPH001 - Programmazione, Innovazione e Competitività delle Politiche Turistiche
Via Passolanciano, 75 - 65124 PESCARA (PE) - Tel. +39 0857672114  Privacy Policy