• Home
  • News
  • Notizie
  • Garrufo di Sant’Omero: tutti i vincitori del Premio Sgattoni

Garrufo di Sant’Omero: tutti i vincitori del Premio Sgattoni

 

 Si è tenuta lo scorso 3 agosto la cerimonia di premiazione della XIII edizione del Premio Giammario Sgattoni e con il racconto “Il legame della neve”, è Sally Sade Lattanzi la prima vincitrice straniera del concorso letterario dedicato all’intellettuale abruzzese. Se da ben tredici anni la Pro Loco di Garrufo di Sant’Omero, in provincia di Teramo, intitola a Sgattoni questo riconoscimento, grazie alla collaborazione del Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo (CRAM - Regione Abruzzo), quella del 3 agosto è la prima edizione in cui è stata dedicata una categoria agli abruzzesi residenti all’estero incentrata sul tema “Il Natale nel cuore. Le tue memorie”.

Architetto e con madre di Pescina, il paese marsicano che ha dato i natali allo scrittore Ignazio Silone, Sally Sade Lattanzi viaggia il mondo disegnando murales. A lei, un soggiorno in Abruzzo comprensivo di viaggio aereo e pensione completa per quattro notti, offerto dal CRAM e una medaglia in argento 925% offerta e realizzata a mano dai Maestri Orafi Fabio e Giampiero Verna, di Pescara, con l’antica tecnica dell’incisione e fusione a cera persa, raffigurante in rilievo da un lato la “Presentosa” e dall’altro il logo del Premio.

Nella sezione riservata ai residenti in Italia, vincitore è risultato Vanni Camurri, della provincia di Mantova, con il racconto “Lumi di Natale”. A lui, un soggiorno per due persone e due notti nell’Hotel Art’è a Castelli, patria della ceramica e tra i borghi più belli d’Italia. Qui, il vincitore avrà la possibilità di dipingere a tema libero due piatti in ceramica, seguito dai Maestri Nino e Giantommaso Di Simone.

La giuria, composta da Antonello Antonelli (docente e giornalista) in qualità di presidente, Maria Colella, Franca De Santis, Eliodoro Di Battista (segretario), Giovanna Frastalli, Amadio Galiffa e Davide Lucantoni, ha inoltre assegnato i seguenti premi, per la sola sezione riservata ai residenti in Italia: secondo classificato Matteo Di Natale, di Controguerra, con il racconto “La chiave dei ricordi”; terzo classificato Menotti Sergio Di Diodoro, di Giulianova, con il racconto “Ultimo Natale a Bouille”. Altri riconoscimenti sono andati a Davide Maceroni, di Avezzano, con “La notte delle lanterne”, quale miglior autore abruzzese; Nicolino Farina, di Campli, con “Il Presepe di casa mia”, per aver saputo meglio esprimere la ‘magia’ del presepe; e Andreina Moretti, di Roseto degli Abruzzi, con “Buon Natale a tutti”, per aver meglio ricostruito storicamente una ricetta natalizia abruzzese.

La serata è stata presentata dal giornalista Sandro Galantini e la cerimonia di premiazione è stata anticipata con l’inaugurazione, all’interno della scuola elementare di Garrufo, di una mostra di disegni umoristici dedicata al Parmigiano Reggiano, a cura di Giovanni Beduschi ed Enrico Di Carlo.

 

Sgattoni nacque proprio a Garrufo nel 1931. Giornalista, scrittore e poeta, dal '58 al '74 diresse con Ottaviano Giannangeli e Giuseppe Rosato la rivista di cultura e arte Dimensioni. Nel '59 fu tra i fondatori del Premio Teramo per un racconto inedito, di cui fu a lungo segretario.

© CRAM Abruzzo - Giunta Regionale - Ufficio Sport ed Emigrazione
Via Passolanciano, 75 - 65124 PESCARA (PE) - Tel. +39 0857672567 - Fax: +39 08542900227 | Privacy Policy