A BOLZANO, CONFERENZA SUL MASTINO ABRUZZESE

 

Orgoglio d’Abruzzo, riconosciuto dalla Repubblica Italiana (Gazzetta Ufficiale in data 04.02.2017) come patrimonio culturale e zootecnico della Regione e protetto dalla Legge Regionale n° 65/3 del 28.06.2016, il Mastino Abruzzese è un esemplare canino che ha da sempre un’importanza fondamentale per la popolazione abruzzese.

Proprio in considerazione di questo forte carattere identitario che questa specie assume per l’Abruzzo, la Libera Associazione Abruzzesi del Trentino Alto Adige, presieduta da Sergio Paolo Sciullo della Rocca, Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo, congiuntamente all’Accademia Culturale San Venceslao, ha organizzato lo scorso 2 aprile a Bolzano, nel salone d’onore del Circolo Militare di Presidio dell’Esercito, una conferenza sul tema: “Il mastino abruzzese”.

Coraggio vestito di bianco, unico e inconfondibile capolavoro della collettiva e millenaria opera di selezione morfofunzionale e genetica operata dalle genti della montagna abruzzese, il Mastino Abruzzese (comunemente chiamato Pastore Abruzzese) è stato raccontato alla platea dal medico veterinario Vincenzo Mulè. Illustrando ai numerosi presenti tutte le caratteristiche e gli elementi scientifici che rendono questo cane adatto alla custodia delle greggi, Mulè ha anche sottolineato le ragioni per cui è grande motivo di fierezza e identificazione per la popolazione abruzzese. A fine conferenza inoltre, il presidente Sciullo della Rocca affiancato dall’Assessore alla Cultura Sandro Repetto, ha ringraziato il veterinario Mulè, ed i soci Franco Leasi, Rita Sabatini, Gabriele Antinarella e Emanuele D’Aurelio per avere curato ogni aspetto organizzativo dell’evento.

 

Foto: Foto Arte Loris Zanetti

© CRAM Abruzzo - Giunta Regionale - Ufficio Sport ed Emigrazione
Via Passolanciano, 75 - 65124 PESCARA (PE) - Tel. +39 0857672567 - Fax: +39 08542900227